Dove cade il mio sguardo

Dopo un decennio a bazzicare inaugurazioni (dai 20 ai 30) e a costruire progetti ho tanta voglia di comunicare con voi in maniera diretta!

Le persone, infatti, sono tra i soggetti delle mie elaborazioni digitali e rimangono da sempre il fulcro dell’attenzione in cui cade il mio sguardo.

Spesso la gente mi dice: “ci conosciamo? no perchè… mi guardavi…” no, non è una tecnica di abbordaggio, io guardo le persone insistentemente.
I tratti dei volti mi appassionano più di una Sacher !

Herman Hesse in “Narciso e Boccadoro” scrive che c’è un tratto del corpo, una linea o un angolo, che si ripete. Credo sia anche nell’anima di ognuno di noi, che sia esso curvo e morbido o spigoloso e acuto, e io lo cerco, a volte trovandolo!

Eccovi qualche ritratto di qualche meravigliosa creatura che ho incontrato a Barcellona, Milano, Parigi e Leh

Barcellona-Milano©danielacavallo

 compagnia del teatro du solei-Paris bar aconduzione familiare India confine Pakistan

©danielacavallo

Ciao per ora!
Daniela

 

 

Share Button

Un pensiero su “Dove cade il mio sguardo

  1. Pingback: Francesca | Daniela CavalloDaniela Cavallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *