Conoscendo Mona Lisa Tina…

 

©Mona Lisa Tina

©Mona Lisa Tina

Ciao Mona Lisa, spiegheresti agli amici del nostro blog che cos’è la performance nell’arte contemporanea e come ti poni rispetto al teatro ( che differenza c’è tra un attore e un performer, aiutaci a capirlo)?

Ciao Daniela, ti rispondo con piacere. Il linguaggio della Performance Art è una modalità espressiva le cui origini sono da ricercare all’interno di quel fenomeno artistico chiamato Body Art, anche se non esiste una data precisa che attesti la sua nascita. Sappiamo infatti che le manifestazioni legate a questa sensibilità, che utilizza e sfrutta tutte le possibilità espressive del corpo, nascono dal superamento di alcuni dati acquisiti dalle avanguardie artistiche, come il Dadaismo e il fenomeno Fluxus, considerati dagli storici come i movimenti precursori di tale linguaggio. Di certo, siamo tutti d’accordo nel definire ipoteticamente l’autonomia del linguaggio performativo dalla fine degli anni Sessanta in poi, sia in Europa, sia in California. Da quegli anni ad oggi, il linguaggio performativo ha cambiato veste con molta flessibilità, integrando ed elaborando il carattere socio-culturale del contesto in analisi, adeguandolo ogni volta alla sensibilità creativa del singolo artista. Rispondendo però alla tua domanda, credo che la performance sia una costruzione fisica e mentale nella quale l’artista si pone davanti al pubblico.

Continua a leggere

…Conoscendo Elisabetta Polezzo, Responsabile Culturale dell’ Acquario Civico di Milano

Buongiorno Ragazzi!

Conoscete l’Acquario Civico di Milano? È in via G.Gadio 2, ve lo mostro:

acquario3

All’interno di questa bellissima palazzina Liberty, ci sono acque sconosciute e non, tra cui quelle che ci interessano, ovvero quelle dall’arte! Ad occuparsi degli eventi culturali troviamo Elisabetta Polezzo, una donna brillante e simpatica, una persona appassionata d’arte…come non intervistarla?

Ecco a voi i suoi occhi, come sempre, e la sua intervista:

particolare ritratto Elisabetta© Daniela Cavalloparticolare ritratto Elisabetta© Daniela Cavallo

Mi son permessa di sottolineare alcuni punti di questa interessante intervista:

Elisabetta, in cosa consiste la tua professione?

La mia è una professione un po’ difficile da definire. In generale si potrebbe dire che mi occupo dell’offerta culturale dell’Acquario civico di Milano, mostre comprese ma non solo.

Ci racconti brevemente qual è la tua formazione?

Come dice Mr. Prinklepants, uno dei giocattoli di Toy Story 3, ho sicuramente una formazione classica. Continua a leggere

Ciao Ciao Under 30!

Ciao ragazzi!

Come state? Buongiorno a tutti!

Oggi è il mio compleanno, faccio 31 anni! Ormai tutte le iniziative e i concorsi UNDER 30 diventano un miraggio sempre più lontano! Ma non me ne frega niente!  Penso di essere meglio oggi – sia come artista, sia come donna –  rispetto a qualche anno fa. Come regalo, con un atto assolutamente autoreferenziale, mi  pubblico un’intervista di cinque anni fa, in una situazione molto carina e  molto young sul canale di bonsai tv.

Io rivedendomi oggi posso dire di essere cambiata e, a parte il fatto che non mi pettino neanche adesso, son passata dai paesaggi ai ritratti: la  mia attuale passione.

Nel 2008 il mercato dell’arte non era ancora in crisi ed io ero assolutamente inserita nel sistema dell’arte, vivevo di quello e  non avevo molti dubbi a riguardo. Il mio punto di vista  oggi è cambiato, non è più acritico (meno male) come qualche anno fa e soprattutto ho preso qualche distanza in più rispetto alla figura dell’artista, che a mio parere non si indossa, non si ha  ma si è, citando  E. Fromm.

Eccovi il video con una me un po’ acerba e un saluto speciale a tutte le donne dai trenta in su… siamo meglio ora ragazze!

Permettetemi un messaggio alle ventenni: Ragazze! Quell’ insicurezza che contraddistingue le donne intelligenti e sensibili, che fa un po’ tenerezza a vent’anni, si trasforma in charme più avanti! Garantito!

… troppo sborona eh!?

😉

bacio a tutti!

dani

 

 

Sky Arte – fotografia come pittura

Oggi vi racconto un’esperienza molto particolare.

A ottobre dell’anno scorso (2012) mi hanno selezionata, insieme ad altri sei artisti, per lanciare il nuovo canale di Sky dedicato all’arte.

Io ero l’unica ad utilizzare la macchina fotografica e anche l’unica ragazza: “super” ho pensato! Ma non era finita qui! Mi hanno affiancato ad un gruppo di video maker, “Il Terzo segreto di Satira”, che difatti si sono poi occupati della creazione del video. Io ero molto emozionata perchè conoscevo già i ragazzi del Segreto, essendo loro già un cult nel web e  in tv. Li ho trovati subito molto simpatici e abbiamo fatto amicizia.

Ma volete sapere la cosa più interessante di tutto ciò?

Continua a leggere

Message in a Bottle (I desideri)

Qui  invece  ho raccolto i desideri di 66 persone.

In questo link c’è tutta la storia, per chi fosse curioso:

Sky Arte | Immagini classiche per montaggi pop

Ecco a voi una prima  selezione con alcuni desideri:

  • MI PIACEREBBE VEDERE GRANDI I MIEI FIGLI
  • VORREI ESSERE AMATO
  • SPERO TANTO CHE MATTIA GUARISCA E POSSA VIVERE FELICEMENTE IL PIU’ A LUNGO POSSIBILE LA SUA VITA. E SPERO DI REALIZZARE I MIEI SOGNI SIA LAVORATIVI SIA SENTIMENTALI
  • VORREI TROVARE UN ANGELO!
  • SPERO DI ESSERE APPREZZATA PER IL MIO LAVORO
  • SPERO DI AVERE UNA BIMBA DOLCE E VIVERE FELICE!
  • DIVENTARE DIRETTRICE DI UN MUSEO D’ARTE

Continua a leggere

Project : What changed your life? (Le risposte)

Ed ecco le risposte!

Risposte alla domanda: Cosa ti ha cambiato la vita?
la nascita di mia figlia chiara 6 10 1994
L’ARTE
NIKI VENDOLA
Kiara, mia figlia primogenita
Il Berghein
Mia moglie e mio figlio
I Popples
Sognare-to dream
Sofia
Continua a leggere

Project : What changed your life? (Le domande)

Nel 2010 , per la prima volta, ho sentito l’esigenza di andare oltre la bi-dimensione tra soggetto e fotografo, ed ho aggiunto alla relazione tra me e le persone che fotografavo una domanda: Che cosa ti ha cambiato la vita?

Mi hanno risposto… in 700!

Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che mi hanno risposto, anche i meno collaborativi!

Più avanti troverete la tabella con le risposte, le ho riportate tutte, anche gli errori grammaticali e le parti lasciate in bianco  con una X!

Un particolare ringraziamento alla stragrande maggioranza delle persone che mi hanno risposto con sincerità o gioco, grazie!

È un’ istantanea degli umori e di una parte dell’anima di Milano nel 2010.

Ecco i particolari fotografici della mostra correlata:

Daniela Cavallo 2013

Daniela Cavallo 2013 parte 2

E nel prossimo post vi mostrerò le risposte!
A presto!
Dani

Performance “Air”: una teca di plexiglas, fiori rossi e baci

Questo è il video di un’azione performativa:  “Air

Qui  volevo coinvolgere le persone nella performance, il pubblico è stato invitato  a raccogliere un fiore dalla teca di plexiglas per aiutarmi a “non soffocare”, il tutto si è svolto  come un ‘azione poetica. Il fumo sarebbe infatti uscito permettendomi poi di respirare.

È stato molto emozionante!

Ecco il video:

Questo non è il video ufficiale,  ma solo in queste riprese, di Davide Bonaldo,  si vede l’azione dello scambio tra me e le persone presenti.

Ad un certo punto comincio a inviare baci sulla teca in direzione di chi partecipava all’azione.

L’altro performer, che vedete nel video, Giovanni Gaggia (un bravissimo artista e un mio amico), mi ha  molto  supportata nello sperimentare il linguaggio performativo.

Un bacio!
Daniela

Perché questo blog

In questo momento della mia vita mi sento completamente anarchica, ovvero insofferente alle regole.

Il sistema dell’arte, come tutti i sistemi, tra cui quello solare, ha molte leggi… ma gli artisti sono dei ribelli, sono dei buchi neri nell’Universo! Capaci di attrarvi e sedurvi semplicemente con un’ idea, un’azione o un’immagine, per far riflettere anche solo un istante su qualcosa.

Io, in qualità di artista (o buco nero?) sovvertirò alla prima regola del “sistema” Arte  e non mi prenderò troppo sul serio, cercherò infatti un contatto con -la base- ovvero: i fruitori d’arte, potenzialmente  TUTTI!

Questo è un progetto artistico: il blog.

Performance "Air", Cortile della Passione, S. Ambrogio - Milano, 2011.

Performance “Air”, Cortile della Passione, S. Ambrogio – Milano, 2011.