UN’ARTISTA IN 5 GOCCE : 5 gocce di Silvia Camporesi

SILVIA CAMPORESI PH © Ritratto di Silvia Camporesi

SILVIA CAMPORESI PH © Ritratto di Silvia Camporesi

Ciao a tutti!

Vorrei iniziare quest’anno nuovo con una meravigliosa donna e artista: Silvia Camporesi.

Ma conosciamola meglio…

1.Ciao Silvia ! Cos’ è per te la fotografia?

S.C. : Per me la fotografia è uno strumento per mettere sotto vuoto le idee. L’uso che faccio della macchina  non è un uso classico, nel senso che non mi interessa cogliere il momento decisivo di una particolare scena, poiché nella scena tutto è studiato e composto, ogni elemento è sotto controllo e il momento decisivo non esiste. Il processo artistico parte da lontano, lo scatto è solo l’atto finale di una serie lunga di passaggi.

© Silvia Camporesi, Quando comincia l'acqua

© Silvia Camporesi, La Terza Venezia.

 2.Quale valenza simbolica ha il bianco per te?

S.C. : Il Bianco è un colore fondamentale, lo vedo ogni volta come il simbolo di un nuovo inizio.  Il colore della pagina intonsa che accoglie nuove idee, il colore della mente quando pensa, il colore della nebbia che avvolge le cose. Così le mie immagini sono spesso pervase da  una sensazione di bianco, come nelle serie “la Terza Venezia” e “Stato nascente”. Il bianco corrisponde alla luce, per questo motivo provo ostilità per il nero-ombra.

© Silvia Camporesi - Stato Nascente, 2008

© Silvia Camporesi – Stato Nascente, 2008

3.Chi sono i tuoi “Maestri”?

S.C. : Michelangelo Antonioni, Simone Weil, Ludwig Wittgenstein e Jeff Wall, ma anche la vita con le sue curiosità e stranezze è fonte continua di spunti per nuove idee.

4.In quale epoca ti “riconosci di più”? Ci parli un po’ del tuo  lavoro in relazione alla dimensione del tempo?

S.C. : Non so in quale epoca mi riconosco, sicuramente mi sento bene nell’epoca presente e non  immagino me stessa in un altrove temporale. Nelle mie foto invece cerco sempre di sottrarre ogni riferimento temporale, per mettere in scena l’atemporalità di una dimensione sospesa.

5.Dov’è la Bellezza nel tuo quotidiano?

S.C. : “Una linea al giorno” diceva qualcuno, per me la bellezza è proprio nel fare qualcosa ogni giorno per crescere come artista e come persona. La bellezza è quindi nell’evoluzione spirituale, nell’impegno quotidiano della sfaccettata pratica artistica.

© Silvia Camporesi, Stato Nascente 3 , 2008

© Silvia Camporesi, Stato Nascente 3 , 2008

Grazie Silvia! Trovo la tua ricerca illuminante e raffinata;

Ho sempre adorato le fotografe, credo siano abituate a trovare una sintesi  tra spazio e tempo in una dimensione altra, quella dell’immagine ideale, così ritrovo la stessa sintesi nel loro linguaggio, dove tutte le parole sono in equilibrio nel creare una frase solida ed evocativa allo stesso tempo.

A Venerdì prossimo! Conosceremo meglio una critica dell’arte contemporanea!

Vi abbraccio

Daniela

 

 

Share Button

Un pensiero su “UN’ARTISTA IN 5 GOCCE : 5 gocce di Silvia Camporesi

  1. Pingback: Un Progetto in tre parole: Progetto Iris | con Martina Cavallarin | Daniela CavalloDaniela Cavallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *